Training Umoristico • Ironia, Autostima, Assertività

Un metodo innovativo per combattere lo stress delle relazioni difficili. Una nuova metodologia, semplice da applicare, per superare tensioni e blocchi comunicativi ed imparare a gestire meglio le proprie relazioni.

Autostima e assertività (capacità di farsi rispettare senza aggredire) possono migliorare lavorando sullo sviluppo del nostro senso dell’umorismo e della nostra capacità di sorridere di noi stessi e degli altri.

L’attrice e formatrice Alessandra Faiella, dopo anni di esperienza, ha elaborato una tecnica semplice ed innovativa per stimolare il lato ironico latente in ognuno di noi, lavorando con consapevolezza su se stessi e sulle relazioni.

Imparando a guardare con umorismo la realtà che ci circonda, è possibile gestire con maggiore distacco psicologico il rapporto con se stessi e con gli altri, migliorando l’autostima e facilitando le interazioni relazionali.

L’Humor Training è un metodo esclusivo la cui applicazione in ambito professionale  ha dimostrato ottimi risultati nel public speaking, nel marketing, nella gestione positiva delle dinamiche conflittuali, nella trasformazione creativa  degli ostacoli comunicativi e nel considerevole miglioramento delle relazioni interpersonali in un ambiente di lavoro.

Improvvisazioni, uso della voce, giochi di ruolo, tecniche di rilassamento e di sviluppo dell’auto-ironia saranno gli strumenti, accessibili a tutti, per impadronirsi di una nuova consapevolezza delle proprie capacità comunicative, per migliorare la propria autoefficacia e le proprie competenze sociali. Una metodologia didattica esclusiva che offre a ciascuno una tecnica da applicare in modo pratico nella vita quotidiana e nel lavoro per migliorare attivamente il rapporto con se stessi e con gli altri.

 
 

L'arte del Comico

CORSO ANNUALE PRESSO IL CENTRO TEATRO ATTIVO DI MILANO


Dall’improvvisazione al monologo comico 

Ogni attore ha il proprio modo di essere comico, fatto di gesti, di suoni, di linguaggi espressivi che costituiscono la sua particolare cifra stilistica: è su queste potenzialità che lavoreremo affinché ogni allievo possa sperimentare “nel suo piccolo” l’ebbrezza della creazione del personaggio comico o l’ideazione di un monologo umoristico. Divertendosi a ricercare, in se stesso e negli altri, le caratteristiche fisiche e psicologiche che muovono al riso, l’allievo giungerà a costruire una sorta di canovaccio, un piccolo copione dalla semplice struttura drammaturgica (monologo o dialogo) che potrà essere in seguito sviluppato ed eventualmente presentato al pubblico. 

Come si inventa un personaggio comico?
O un monologo esilarante con cui fardivertire il pubblico teatrale o televisivo?

Il workshop è rivolto a tutti gli attori, professionisti e non, che vogliano integrare la propria formazione con la dimensione creativa dellacomicità e dell’umorismo. Ciascun comico ha il problema di costruire un testo partendodalle proprie caratteristiche psicofisiche e dalle proprie radici biografiche.


 

Tutte le info qui >>

 


 

Comicità e improvvisazione

Stage intensivo: le tecniche dell'improvvisazione nel percorso drammaturgico del comico 
 
 
Il corso consiste in un laboratorio teatrale di tipo pratico in cui gli allievi sono chiamati a svolgere esercizi fondati sulletecniche di improvvisazione teatrale.Il fine dello stage? quello di giungere a costruire una sorta di canovaccio, un piccolo copione dalla semplice struttura drammaturgica (monologo o dialogo) da presentare al pubblico come dimostrazione del lavoro svolto.
Superando l'accezione spontaneista del lavoro creativo in cui per improvvisazione si intende la fiducia illimitata nel potere liberatorio dell'espressione corporea, la tecnica improvvisativa viene qui considerata come base per la costruzione di un testo comico.
Ciascun attore comico ha il problema di costruire un testo partendo dalle proprie caratteristiche psicofisiche e dalle proprie radici biografiche: ogni attore ha il proprio modo di essere comico, fatto di gesti, di suoni, di linguaggi espressivi che costituiscono la sua particolare cifra stilistica.
Ogni allievo potrà sperimentare "nel suo piccolo" l'ebbrezza della creazione del personaggio, divertendosi a ricercare, in se stesso e negli altri, le caratteristiche fisiche e psicologiche che muovono al riso.
 
 
 

 

Parlare in pubblico

 Le tecniche teatrali per una comunicazione efficace, stage intensivo a cura di Alessandra Faiella

Un'attrice svela i segreti delle tecniche teatrali a beneficio di tutti coloro che desiderano catturare l'attenzione di un auditorio, comunicando in modo efficace: manager, insegnanti, politici, avvocati, operatori culturali e formatori.
Il corso, infatti, utilizzando un'inedita sintesi tra i contenuti mutati dalle teorie della comunicazione e le metodiche dello spettacolo, mira ad affinare le potenzialità espressive del linguaggio verbale, della gestualità e della voce, rafforzando di conseguenza la consapevolezza di sè e l'autostima. Si propone un laboratorio sia teorico che pratico, per dare modo ai partecipanti di mettere immediatamente in atto i concetti appresi.
 
"Il mondo è un palcoscenico, uomini e donne ne sono gli attori.
Vi fanno la loro entrata e la loro uscita.
E ogni uomo deve recitare nel suo tempo ruoli diversi."
W. Shakespeare "Come vi pare"
 
 
 
 

Toglimi quel piede dalla testa per favore!

LEZIONE-SPETTACOLO AD ALTO TASSO D’ IRONIA

Interpretato da
Alessandra Faiella
 

“Sono pronto a pagare la capacità di trattare con la gente più di qualsiasi altra capacità al mondo.”

John D. Rockefeller

Il tuo capo ti accusa ingiustamente di uno sbaglio che non hai fatto:

a) ti fai rispettare facendoglielo presente
b) ti fai piccolo e ti scusi
c) ti fai sua moglie

E’ possibile farsi togliere i piedi dalla testa senza usare le mani?
E’ pensabile farsi rispettare a testa alta senza sbatterla sul soffitto?
E’ fattibile diventare simpatico anche se sei nato odioso?


Nella giungla della quotidianità e del mondo del lavoro, nell’intricato groviglio delle relazioni interpersonali, si può riuscire a ottenere rispetto senza prevaricare gli altri? Lo spettacolo cerca di dare risposte a queste domande in un’esilarante carrellata di situazioni che spaziano dal mondo del lavoro ai rapporti di coppia. Uno spettacolo-vademecum per sopravvivere nella giungla della vita moderna.

Durata dello spettacolo 50 minuti
Occorrente:
un palco 3x3 minimo, microfono e sistema di amplificazione